La mitologia irlandese locale era usata per aumentare il turismo

L'arte urbana rende più accessibili ai narratori e al pubblico le saghe e le leggende secolari.

Festeggiamenti a Drogheda, dove il patrimonio immateriale è promosso da imponenti muri d'arte. Immagine: Amore Drogheda Twitter

Rendere il patrimonio immateriale disponibile per il godimento di tutti può essere difficile. Ma nella cittadina irlandese di Drogheda, ora tutti possono ammirare il patrimonio mitologico del luogo. Ad aprile sono stati svelati sei murales sulla mitologia locale. Il piano è di renderli parte di un Urban Art Trail attraverso la città, piattaforma di notizie irlandese RTÉ ha scritto.

L'Urban Art Trail fa parte di DRAWDA, un'iniziativa artistica più ampia, il Sindaco segnalato. Oltre ai murales, le autorità hanno in programma di aggiungere un tour di accompagnamento audio quest'estate. È stato inoltre annunciato che il programma includerà opere di 14 artisti nei prossimi tre anni. Il Droichead Art Center, Love Drogheda Bid (Business Improvement District) e l'Ufficio artistico del Consiglio della contea di Louth sono responsabili del progetto.

riconnessione

Étaín dell'artista olandese Nina Valkhoff. Immagine: Amore Drogheda Twitter

Creando l'Urban Art Trail, le organizzazioni sperano che molte persone che sono tornate nelle città più piccole durante la pandemia di COVID-19, diventino più coinvolte e interessate al patrimonio locale. Secondo gli organizzatori, dal momento che più persone hanno iniziato a lavorare da casa, vorranno riconnettersi con la città in cui vivono. Ciò creerebbe l'opportunità di iniettare nelle città un maggiore senso di sé, principalmente attraverso la cultura, ma anche, aumentando la qualità del soggiorno.

“Lo scopo di questo progetto è abbracciare il passato mitologico di Drogheda”, a comunicato stampa legge. “Drogheda è stata la casa e il punto di approdo per i viaggiatori nelle nostre terre dai Formoriani, dai Partholiniani, dai Nemediani, dai Firbolg, dai Tuatha Dé Danann e dai Milesi. DRAWDA esplorerà le storie di alcune delle principali figure mitologiche locali e le rinvigorirà per le persone di oggi".

Mitico passato

Uno dei dipinti raffigura il Dagda, raffigurato come una figura paterna, re e druido. Il murale è stato realizzato dal pittore francese Russ. Il Dagda è una parte importante del ciclo mitologico irlandese ed è associato alla fertilità, all'agricoltura, alla virilità e alla forza, così come alla magia, alla druidità e alla saggezza. Può anche controllare la vita e la morte, il tempo e i raccolti, nonché il tempo e le stagioni.

Immagine: Twitter del Droichead Arts Center

Altre opere presentano leggende locali come The Morrigan, Goddess of War, dell'artista nordirlandese Friz; Amergin, capo e bardo del popolo chiamato Milesians, dell'artista francese Aero; Etain, l'eroina di Tochmarc Etaine, dell'artista olandese Nina Valkhoff; Boann, Goddess of the Boyne, dell'artista spagnola Lula Goce e The Salmon of Knowledge e la storia di Fionn MacCumhaill dell'artista locale Ciaran Dunlevy. Puoi dare un'occhiata a tutte le mostre qui.

Fonte: Droichead Arts Center, RTÉ, il Sindaco

Questo articolo è stato originariamente pubblicato in inglese. I testi in altre lingue sono tradotti dall'intelligenza artificiale. Per cambiare lingua: vai al menu principale in alto.