Glenlivet Whisky.
Glenlivet Whisky. Immagine: Felix Stember Wikimedia CC BY SA 3.0

Nuovo progetto per scoprire la storia della distillazione illegale della Scozia

La distilleria Glenlivet e il National Trust for Scotland riuniranno i risultati della ricerca di archivio e degli scavi archeologici in tutta la Scozia per illuminare le storie del passato illegale di whisky scozzese e della sua gente nel nuovo progetto Pioneering Spirit.

Il fondatore di Glenlivet, George Smith, fu tra coloro che rischiarono la vita e la libertà per produrre whisky illegale nella sua fattoria a Upper Drummin. Dopo l'approvazione dell'Excise Act nel 1823, fu la prima persona in Scozia a richiedere una licenza per produrre legalmente alcolici. Si dice che la decisione fosse del tutto impopolare con altri agricoltori che producevano whisky nella loro terra, con Smith che ha dato due pistole per proteggere la sua famiglia e la sua nuova distilleria legale.

Whisky illegale e sentieri mortali delle Highland | australianbartender.com.au

Le storie vere

Derek Alexander, Head of Archaeology, National Trust for Scotland, ha affermato che il progetto aiuterà a scoprire le vere storie dietro la bevanda nazionale scozzese. “Con l'obiettivo di scoprire e condividere le storie dietro l'industria illegale del whisky scozzese, è giusto che collaboriamo con un nome che è così saldamente parte di questa storia. Non vediamo l'ora di lavorare a stretto contatto con The Glenlivet per realizzare questo progetto di conservazione rivoluzionario e scoprire storie nuove e interessanti per tutti coloro che amano la Scozia ".

The Highland Whisky Still "(1827) di Sir Edwin Landseer, RA 1802-1873

Interesse crescente

L'interesse per la storia della distillazione illegale della Scozia è cresciuto negli ultimi anni. Blackmidden ha un aneddoto interessante relativo al commercio. Blackmiddens produceva litri di alcol illegale durante il XVIII secolo con storie di whisky contrabbandato ad Aberdeen in bare da bande di freebooters. Un carro funebre trainato da cavalli è stato assunto dai trafficanti con la bara piena di whisky. Mentre superava i funzionari delle accise, la gente del posto si toglieva i cappelli in segno di rispetto, con il whisky consentito per la sua strada.

Sourced da scozzese.

Leggi altre notizie da Scozia.

X