Patrimonio nucleare: Chernobyl vuole diventare patrimonio dell'umanità

La famigerata centrale nucleare di Chernobyl diventerà un sito del patrimonio mondiale? Immagine: Zheka-Boss (Canva) CC0

Quasi 35 anni dopo il disastro nucleare in Ucraina, le autorità sperano di rendere la zona di esclusione di Chernobyl di 30 km un sito del patrimonio mondiale dell'Unesco. Per ottenere lo status protetto, un luogo "deve avere un valore universale eccezionale", secondo UNESCO. Il governo ucraino spera che la conservazione dell'impianto abbandonato attiri più turisti. 

Oleksandr Tkachenko, ministro della cultura ucraino, ritiene che l'inserimento di Chernobyl nella lista del patrimonio dell'UNESCO sia un primo passo per rendere l'ex impianto una destinazione unica. "L'importanza della zona di Chernobyl è ben oltre i confini dell'Ucraina", ha detto Reuters. "Non si tratta solo di commemorazione, ma anche di storia e diritti delle persone". 

Strada verso la protezione

Prima che Chernobyl possa richiedere un posto nell'elenco del patrimonio mondiale, le autorità devono prima aggiungerlo a un elenco del patrimonio culturale e storico nel suo paese di origine. Tkachenko ha detto che il suo ministero ha recentemente deciso di includere nella lista un radar militare costruito vicino a Chernobyl negli anni '1970. Si sta discutendo di espandere lo stato protetto a tutta la zona di esclusione.

Le città abbandonate e le aree circostanti l'ex impianto devono essere riparate per garantire che non crollino. Ottenere una protezione nazionale e una possibile protezione internazionale potrebbe garantire il futuro degli edifici desolati, delle macerie e dei terreni incolti all'interno della zona di esclusione di 30 km. (Il testo continua sotto l'immagine)

Un asilo nido abbandonato nella zona di esclusione di Chernobyl. Le città che circondano l'ex centrale nucleare sono deserte da quasi 35 anni. Immagine: Tijuana2014 (Canva) CC0

Turismo in caso di catastrofi

Il carattere unico di Chernobyl si è già dimostrato molto attraente per i viaggiatori. Circa 124.000 cosiddetti "turisti del disastro" hanno visitato l'ex centrale elettrica nel 2019, Scienza dal vivo segnalato. Uno dei motivi del successo fu l'uscita di una popolare serie della HBO su Chernobyl nello stesso anno.

Tkachenko sperava che dopo la pandemia i turisti trovassero la strada per tornare all'ex centrale nucleare. Uno status di patrimonio mondiale dell'Unesco aiuterebbe sicuramente a promuovere la terra desolata ucraina. Se vuoi saperne di più su come potrebbe essere una vacanza a Chernobyl, puoi dare un'occhiata al documentario di Vice qui sotto. Il documentario è stato realizzato per il 30 ° anniversario del disastro di Chernobyl ed è stato girato prima della pandemia COVID-19.

Fonte: Scienza dal vivo, Reuters e UNESCO

Per saperne di più, leggi patrimonio tangibile o controlla uno dei tag di seguito: