Studio: il terremoto del V secolo in Italia ha danneggiato famosi edifici romani

Colosseo, Roma
Colosseo, Roma Foto: Sam valadi (CC BY 2.0 Flickr)

Un nuovo studio, guidato da ricercatori dell'Università di, ha utilizzato dati geologici e documenti storici per concludere che la faglia del Monte Vettore, che ha causato diversi terremoti negli ultimi anni e danneggiato molti edifici storici non era così inattiva come si pensava in precedenza e potrebbe potenzialmente causare nuovi terremoti in futuro.

Lo studio ha concluso che nell'anno 443 deve essersi verificato un terremoto che ha danneggiato molti edifici famosi della città di Roma, come il Colosseo e il Teatro di Pompeo. Il terremoto è stato causato dalla faglia del Monte Vettore, che gli scienziati ritenevano fosse stata precedentemente inattiva per tutta la storia documentata.

Lo studio mostra che i recenti terremoti potrebbero non essere stati così inaspettati come si pensava e getta nuova luce sul comportamento della linea di faglia e di altri nelle sue vicinanze.

Leggi di più (in spagnolo) su Storia rossa.

Per visualizzare / leggere lo studio, vai a AGO100.

Questo articolo è stato originariamente pubblicato in inglese. I testi in altre lingue sono tradotti dall'intelligenza artificiale. Per cambiare lingua: vai al menu principale in alto.

Donare