La Brexit rafforzerà il sostegno europeo al ritorno dei marmi del Partenone, afferma il ministro greco

Le sculture sono anche chiamate Marmi di Elgin, dal nome del diplomatico britannico che le acquistò per il British Museum.
Le sculture sono anche chiamate Marmi di Elgin, dal nome del diplomatico britannico che le acquistò per il British Museum. Immagine: Wikimedia CC BY-SA 2.0

La Grecia è pronta a intensificare la sua campagna per il ritorno dei marmi del Partenone poiché si prevede che l'influenza britannica in declino sull'UE incoraggerà i pari europei a sostenere la causa dice Lina Mendoni, ministro della Cultura greco. La Grecia ha ripetutamente chiesto la restituzione delle sculture che il diplomatico britannico Lord Elgin ha rimosso dal tempio del Partenone ad Atene quando la Grecia era sotto il dominio dell'Impero Ottomano.

Il British Museum sostiene che le sculture furono acquisite da Elgin attraverso un contratto legale con l'Impero Ottomano, la Grecia lo chiama un furto. Con il 200 ° anniversario della rivoluzione greca e della Brexit, Mendoni afferma che i tempi sono maturi per il ritorno delle sculture che ornavano il monumento del V secolo a.C. Maggiori informazioni sulla questione su Reuters.

Questo articolo è stato originariamente pubblicato in inglese. I testi in altre lingue sono tradotti dall'intelligenza artificiale. Per cambiare lingua: vai al menu principale in alto.

Donare