La Corte Suprema degli Stati Uniti nega la richiesta di risarcimento per l'arte nazista

Il medaglione con il busto di Cristo (fine 700 d.C.) è l'oggetto più antico del tesoro guelfo. Immagine: Daderot (Wikimedia) CC0

La scorsa settimana, la Corte Suprema degli Stati Uniti ha stabilito che la Germania non deve pagare un risarcimento agli eredi dei mercanti d'arte ebrei dell'era nazista. Gli eredi sostenevano che i loro antenati erano stati costretti a vendere il cosiddetto Tesoro guelfo allo stato tedesco nel 1935.

I querelanti chiedevano che la Germania li risarcisse per la perdita della collezione di oggetti religiosi. Il guardiano segnalati che i mercanti d'arte acquistarono gli 82 oggetti religiosi nel 1929 per 7.5 milioni di reichsmark, ma ne vendettero 42 per soli 4.25 milioni di reichsmark allo stato tedesco sei anni dopo. I pezzi rimanenti sono stati venduti a vari rivenditori e musei negli Stati Uniti. Al giorno d'oggi, il tesoro ha un valore di $ 250 milioni.

Gli eredi sostengono che i mercanti furono costretti a vendere il tesoro, a causa del fatto che i nazisti perseguivano gli ebrei e li spogliavano dei loro beni. La difesa tedesca ha dichiarato l'affare non è stato forzato ma negoziato ragionevolmente. I mercanti hanno cercato di ridurre le perdite dopo che il mercato dell'arte è crollato in seguito alla depressione economica.

Leggi internazionali

Nel 2014 una commissione tedesca di esperti sui beni culturali sequestrata dai nazisti respinto la pretesa dell'attore di restituire la collezione. Il caso è finito in un tribunale statunitense perché gli eredi sostengono che la vendita faceva parte della Shoah e avrebbe violato il diritto internazionale. Pertanto l'accordo si applicherebbe a una clausola del Foreign Sovereign Immunities Act degli Stati Uniti.

Tuttavia, la Corte suprema degli Stati Uniti ha respinto l'appello degli eredi e si è pronunciata a favore dell'imputato, la Germania. I nove giudici hanno notato che la legge statunitense governa gli Stati Uniti "ma non governa il mondo". Il caso sarà ora proseguito presso il tribunale distrettuale, un tribunale inferiore.

Nicholas O'Donnell, avvocato degli eredi, disse i suoi clienti sono rimasti delusi dal verdetto, secondo The Art Newspaper. "Stiamo valutando i nostri prossimi passi per quando il caso tornerà al tribunale distrettuale".

PBS NewsHour ha intervistato gli eredi dei mercanti d'arte per saperne di più sui loro argomenti. Puoi guardare il report nel video qui sotto.

Fonte: Il guardiano (6-12-2020), Il guardiano (3-2-2021), SaccheggiatoArt, Il giornale d'arte ed wikipedia

Per saperne di più sul patrimonio religioso, fare clic su qui o controlla uno dei tag di seguito:

Questo articolo è stato originariamente pubblicato in inglese. I testi in altre lingue sono tradotti dall'intelligenza artificiale. Per cambiare lingua: vai al menu principale in alto.

Donare