Il mondo intero ha visto l'incendio di Notre Dame nell'aprile 2019. Immagine: Alexander Perrien (Canva) CC0

Notre Dame a caccia di alberi e pietre antiche

A Parigi, le autorità francesi stanno lavorando duramente per ricostruire Notre Dame nel suo stato originale. Tuttavia, riportare la cattedrale bruciata al suo antico splendore richiede materiali specifici. Gli esperti stanno ora cercando in lungo e in largo per montare pietre e querce secolari mentre il tempo stringe.

Nel luglio 2019 il presidente Emmanuel Macron ha dichiarato che la cattedrale sarebbe stata ricostruita entro cinque anni, giusto in tempo per i Giochi Olimpici del 2024 a Parigi. Il leader francese ha sottolineato che la struttura tornerà al suo stato originale, con i materiali da costruzione originali. Gli esperti che lavorano per salvare l'edificio hanno affermato che il vero lavoro di ricostruzione non dovrebbe iniziare prima del 2022.

Pietre adatte

Di Standaard segnalati che le persone responsabili della ricostruzione sono alla ricerca di grandi quantità di "pietre estetiche e fisicamente adatte". Le pietre da costruzione originali di Notre Dame furono trasportate dal suolo di Parigi nel XII e XIII secolo. Erano pezzi di una formazione rocciosa di gesso, che si è formata tra 12 e 13 milioni di anni fa.

Nella regione parigina, ci sono ancora una manciata di cave di pietra che producono queste pietre. Per trovare i materiali giusti, l'Ufficio francese per la geologia e l'estrazione mineraria sta effettuando ricerche su molte di queste cave.

Patrimonio forestale

Oltre alle pietre, il team di ricostruzione di Notre Dame sta cercando 1000 querce, di età compresa tra 150 e 200 anni. Il guardiano segnalati che gli alberi devono essere dritti, di 50-90 cm di diametro e di altezza compresa tra 8 e 14 metri. Verranno utilizzati per ricostruire la guglia crollata della cattedrale.

L'antica Forêt de Paimpont in Bretagna, in Francia, è un buon posto per trovare vecchie querce. Immagine: jessicahyde (Canva) CC0

Dominique de Villebonne, vicedirettore dell'Ufficio nazionale delle foreste, ha spiegato: “Si tratta di un patrimonio forestale antico. Non alberi di 20 anni, ma quelli molto vecchi, comprese le piantagioni ordinate da ex re per costruire navi e garantire la grandezza della flotta francese ". Diversi proprietari di foreste private si sono già offerti di donare alberi adatti al progetto.

Fonte: Il guardiano e Di Standaard (Olandese)

Scopri di più sulle offerte di architettura o controlla uno dei tag di seguito:

X