La cattedrale di Notre Dame sta risorgendo dalle rovine: come procede il restauro?

Il processo di ricostruzione è in pieno svolgimento: dalla ricostruzione del tetto al ripristino delle finestre della chiesa. I partner francesi e internazionali stanno lavorando duramente per portare a termine il lavoro prima dell'aprile 2024, quando è prevista la grande riapertura

Sono in corso lavori di ristrutturazione in quanto sono state rimosse le finestre della Cattedrale. Immagine: SiefkinDR/Wikimedia (CC BY-SA 4.0)

Cinque anni dopo l'incendio della cattedrale di Notre Dame a Parigi, i lavori di restauro sono in corso da allora. Decine di aziende francesi e internazionali lavorano per completare la ricostruzione del sito Patrimonio dell'Umanità nella primavera del 2024. Allora come se la passano?

Si stima che la ristrutturazione richiederà cinque anni e il budget totale per la ricostruzione è di circa 830 milioni di euro (895 milioni di dollari), principalmente da fondi promessi e donati. I francesi sperano di riaprire la cattedrale il 15 aprile 2024, quinto anniversario dell'incendio.

“Ricostruiremo Notre Dame perché è quello che si aspettano i francesi”, ha detto ai giornalisti il ​​presidente francese Emmanuel Macron, visibilmente emozionato, sul luogo dell'incendio nel 2019. “Perché questo è ciò di cui la nostra storia è degna. Perché questo è il nostro destino profondo.

Dove iniziare?

La Francia ha discusso a lungo se ricostruire o meno la cattedrale di Notre Dame così com'era, o secondo disegni contemporanei. Nel 2020, Macron ha deciso che l'intera cattedrale sarebbe stata ricostruita esattamente com'era, compresa la guglia - che originariamente era di legno ed è caduta in fiamme nelle prime ore dell'incendio, un CNN articolo del 2021 segnalato.

Incendio della cattedrale di Notre-Dame Immagine: Wandrille de Préville via Wikimedia CC BY-SA 4.0
L'incendio danneggiò gravemente il tetto e fece crollare la cuspide lignea. Immagine: Wandrille de Préville/Wikimedia (CC BY-SA 4.0)

Una decisione controversa, tuttavia, poiché un gruppo ambientalista francese si è persino arrabbiato con il ricostruzione 'anacronistica' della cattedrale. Poiché i lavoratori usano legno e piombo per ricostruire la struttura del tetto e la guglia della chiesa, il gruppo ha sostenuto che l'approccio è inquinante e non garantisce la sicurezza dell'edificio in futuro. Un portavoce di Notre Dame ha assicurato che la struttura in legno e piombo non era il problema che ha causato l'incendio. "L'incendio ha preso piede a causa di un errore umano." Anche se fino ad oggi non è chiaro cosa abbia causato esattamente l'incendio.

Orgoglio francese

Nonostante i dibattiti, i lavoratori sono stati impegnati a riparare e ricostruire il punto di riferimento parigino. Uno dei pochi selezionati per lavorare alla ricostruzione è Dagand Atlantique, una società con sede nel comune di Bressols, nel sud della Francia, specializzata nel restauro del patrimonio antico. L'azienda, che restaura monumenti storici da quasi 80 anni, ha una vasta esperienza nella muratura, nel taglio della pietra e nelle coperture.

In collaborazione con un consorzio di imprese parigine e marsigliese, Dagand Atlantique si occupa della riparazione di finestre e coperture in pietra, e della rimozione e sostituzione delle pietre danneggiate dall'incendio, un articolo di Francia TV ha spiegato.

Per Dagand Atlantique, è motivo di grande orgoglio contribuire al restauro di un edificio così iconico. Secondo Florent Damiani, direttore dell'azienda, “tutti i mestieri delle corporazioni di tutta la Francia si trovano sulla cattedrale con il loro know-how regionale, la loro cultura. Il gioiello nazionale, l'élite dell'artigianato è sul posto. È un sito splendido.”

Il recente arrivo di un massiccio carico di pietre attraverso la Senna ha segnato un altro sforzo nazionale. Le pietre sono state scavate nella regione dell'Oise nel nord della Francia e tagliate a Gennevilliers (vicino a Parigi). Sono stati collocati su chiatte e fatti galleggiare sulle rive della Senna vicino alla Cattedrale dove sono stati poi sollevati da gru.

Sforzo internazionale

Un pannello di una finestra di Jacques Le Chevallier nel Notre Dame du Cap Lihou – Vitrail, nella città di Granville. Immagine: Patrick/Flickr (CC BY 2.0)

Ma non sono solo gli artigiani francesi a rinnovare l'icona francese: gli esperti della cattedrale di Colonia in Germania stanno aiutando a ripristinare le finestre della chiesa danneggiate. "Il problema più grande è la contaminazione da uno spesso strato di polvere di piombo", ha detto Katrin Wittstadt a DW. In qualità di direttore scientifico del laboratorio di vetro presso la Cattedrale di Colonia Builders Works, è responsabile del restauro di quattro finestre, tra cui opere di Jacques Le Chevallier, un artista del vetro colorato del XX secolo.

Il lavoro di restauro è stato un processo lungo e intenso, in quanto gli esperti hanno dovuto prima documentare i danni, pulire le finestre in una camera di decontaminazione, incollare le crepe, sostituire i pezzi rotti e ridipingere. Il passaggio finale consiste nel saldare la rete di piombo e cementare l'esterno. I lavori di restauro dovrebbero concludersi entro la primavera, giusto in tempo per la riapertura della cattedrale di Notre Dame il prossimo anno.

I lavori di restauro hanno anche evidenziato gli stretti legami tra le Opere Costruttrici di Colonia e le cattedrali di Notre Dame. Matthias Deml, storico dell'arte e portavoce dei lavori dei costruttori della cattedrale di Colonia, ha osservato che "la nostra cattedrale è fortemente influenzata dallo stile gotico francese". I Builders Works di entrambe le cattedrali sono collegati e si incontrano regolarmente per conferenze.

E nonostante i lavori siano a buon punto, la scadenza del 15 aprile 2024 è ambiziosa, secondo Forbes. Sebbene i funzionari pubblici abbiano dichiarato di rimanere ottimisti sul fatto che possa essere raggiunto.