La ricostruzione "anacronistica" di Notre Dame fa arrabbiare il gruppo ambientalista

L'incendio della cattedrale di Notre Dame nel 2019. Immagine: Alexander Perrien Canva CC0
L'incendio della cattedrale di Notre Dame nel 2019. Immagine: Alexander Perrien Canva CC0

Il gruppo ambientalista francese Robin des Bois non è d'accordo con gli attuali piani di ricostruzione della famosa cattedrale di Notre Dame a Parigi, Francia. Gli operai usano legno e piombo per ricostruire la struttura del tetto della chiesa e la guglia nel suo stato originale. Robin des Bois sostiene che l'approccio è inquinante e non garantisce la sicurezza dell'edificio in futuro.

Dopo l'incendio, l'area circostante la cattedrale è diventata altamente inquinata da piombo. Nel frattempo, le autorità taglieranno 2000 antichi querce per il restauro. Jacky Bonnemains, direttore di Robin des Bois, ha definito "anacronistica" la decisione di ricostruire Notre Dame con legno autentico e piombo. Onda tedesca (DW).

Materiale ideale

Bonnemains considera i materiali da costruzione originali obsoleti e pericolosi. Pensa che il duo "abbia reso possibile l'incendio e causato un considerevole inquinamento da piombo". I materiali moderni, come il cemento, sarebbero molto più sicuri, ha aggiunto. “La cattedrale di Saint-Pierre-et-Saint-Paul a Nantes, ad esempio, ha un'intelaiatura del tetto in cemento. Un incendio lo scorso anno ha causato solo danni molto limitati ".

La struttura in legno e piombo non era il problema: il fuoco si è impadronito a causa di un errore umano.

Un portavoce di Notre Dame ha detto a DW che il cemento non è un materiale da costruzione adatto per la ricostruzione. La struttura del tetto necessita di un peso preciso per stabilizzare l'edificio. Pertanto, il legno e il piombo sono la scelta ideale. “E la struttura in legno e piombo non era il problema. Il fuoco ha preso piede a causa di un errore umano ”, ha aggiunto il portavoce. (Il testo continua sotto l'immagine)

La costruzione della struttura del tetto in cemento della cattedrale di Saint-Pierre-et-Saint-Paul a Nantes, non è un'opzione per la sua controparte a Parigi. Immagine: dennisvdw (Canva) CC0

Amputazione

Oltre ai materiali da costruzione potenzialmente pericolosi, Robin des Bois è preoccupato per le conseguenze dell'abbattimento di 2000 alberi secolari. "Stiamo amputando le foreste e strappando loro le querce, che sono cruciali per la rigenerazione dei nostri boschi, poiché sono un habitat per molti insetti e uccelli", ha affermato Bonnemains. 

L'ONF, un'agenzia pubblica che gestisce le foreste francesi, ha sottolineato che avrebbero comunque abbattuto gli alberi secolari. "Abbiamo regolarmente abbattuto alberi enormi e vecchi - per fornire al mercato legname ma anche per fare spazio agli alberi più giovani, che hanno bisogno di molta luce", ha spiegato un portavoce a DW.

Poiché la ricostruzione di Notre Dame dovrebbe essere completata entro il 2024, Robin des Bois ritiene di avere abbastanza tempo per sfidare i piani attuali. Resta da vedere se possono fermare la ricostruzione con materiali autentici. Nel febbraio 2021, ABC News ha riferito sullo stato di avanzamento dei lavori di ricostruzione. Puoi guardare il video qui sotto.

Fonte: Onda tedesca

Per saperne di più patrimonio in pericolo o controlla uno dei tag di seguito:

X