Il patrimonio industriale reinventato: come il riutilizzo adattivo può cambiare la nostra società

Coal Drops Yard, Londra. Immagine: ClemRutter tramite Wikimedia sotto CC-BY-SA-4.0
Coal Drops Yard, Londra. Immagine: ClemRutter tramite Wikimedia sotto CC-BY-SA-4.0

Una ricchezza di storia

Dai cantieri navali ai mulini, dalle miniere alle fabbriche, i siti del patrimonio industriale si trovano in tutta Europa. Sebbene molte regioni siano ancora industriali, le sfide economiche mondiali negli anni '1980 hanno causato la diffusa chiusura dell'industria in tutta Europa. Negli ultimi decenni, siamo stati alle prese con le modalità di gestione di questo patrimonio.

Per alcuni, questi siti industriali sono luoghi iconici da proteggere e simboli di comunità forti. Per altri, sono cicatrici sul paesaggio. Tuttavia, molti di questi siti sono ora in rovina: senza una gestione adeguata, possono rappresentare una minaccia per le persone o per l'ambiente poiché cadono in rovina. Non fare nulla con la nostra eredità industriale è solo cercare guai.

La soluzione che si sta diffondendo in tutta Europa negli ultimi anni è un approccio noto come "riutilizzo adattivo".

Riutilizzo adattivo

Nella sua forma più semplice, il riutilizzo adattivo implica prendere un edificio che non è più utilizzato per il suo scopo originale, ristrutturarlo e riutilizzarlo. Una fabbrica potrebbe diventare una galleria d'arte, o una cartiera potrebbe diventare un appartamento. Ciò comporta una miriade di vantaggi per gli sviluppatori che possono affrontare le sfide dei vecchi edifici, soprattutto perché le nuove costruzioni spesso hanno un costo ambientale elevato.

Il progetto Fuzja a Łódź è una riqualificazione multiuso di un'ex fabbrica tessile. Dei 22 edifici del sito, 17 sono storici. La vecchia centrale elettrica del sito è stata rinnovata, comprese nuove vetrate progettate secondo lo stile originale. Il sito è multifunzionale: gli appartamenti sono in vendita e l'area avrà ristoranti, negozi e uffici. Immagine: comunicato stampa Fuzja.

Per il patrimonio industriale, il riutilizzo adattivo può essere un buon compromesso. I siti industriali sono spesso spaziosi, con un'architettura sorprendente e possono essere collegati alle aree urbane. Se utilizzato correttamente, ci sono molte possibilità per nuovi usi e una facile campagna di marketing per invogliare gli investitori. Musei e memoriali sono un'ovvia opportunità di riutilizzo per questi siti, ma potrebbero non essere economicamente sostenibili. Al contrario, le start-up di imprese, le organizzazioni culturali e gli sviluppatori immobiliari potrebbero essere gli obiettivi di progetti di riutilizzo adattivo. Tuttavia, una volta trasformati in questi modi, è ancora più vitale che i professionisti del patrimonio siano coinvolti.

Riutilizzo sostenibile

Con le tendenze europee verso la sostenibilità e le economie "circolari", sembra logico adottare un approccio di riutilizzo adattivo. Iniziative come il New European Green Deal e il New European Bauhaus incoraggiano tutti in tutto il continente a riciclare e riutilizzare. I nuovi edifici richiedono grandi quantità di materiali e processi dannosi per l'ambiente, mentre la ristrutturazione di un edificio storico richiederà molto meno. Se fatto correttamente e con un futuro sostenibile in mente, il patrimonio industriale può essere convertito in uno spazio efficiente dal punto di vista energetico e utile per qualsiasi cliente.

Gli edifici rilasciano emissioni di anidride carbonica in tre modi separati, come spiegato da Historic England: durante la costruzione, durante l'uso quotidiano e infine durante la demolizione. Riutilizzando gli edifici invece di demolirli e ricostruirli, possiamo fermare due dei tre modi in cui gli edifici emettono anidride carbonica. Inevitabilmente, gli edifici più vecchi richiederanno ristrutturazioni significative per migliorare la loro efficienza energetica nell'uso quotidiano. L'Inghilterra storica lo stima un terzo di tutti i rifiuti del Regno Unito ogni anno proviene dall'edilizia.

Ironia della sorte, il patrimonio industriale potrebbe essere uno strumento utile per aiutare a combattere la crisi climatica.

Finanziamento del riutilizzo

Il finanziamento del riutilizzo degli edifici storici può essere un problema complicato. Gli sviluppatori avranno meno libertà di riqualificare un sito se è storico, soprattutto se ci sono preoccupazioni per la contaminazione. Le banche tendono a essere riluttanti a finanziare progetti di riutilizzo adattivo a causa di un rischio percepito. Inoltre, molti luoghi con patrimonio industriale soffrono di economie più deboli a causa della deindustrializzazione, aumentando la preoccupazione che i progetti non ripagheranno a lungo termine.

Tuttavia, le opportunità economiche offerte dal riutilizzo adattivo non devono essere trascurate. Gli edifici vuoti e abbandonati tendono ad abbassare il valore di un'area; ristrutturarli non solo aggiunge carattere a un quartiere, ma trasforma l'area in una zona in cui vale la pena investire. Di solito questi edifici sono economici da acquistare, il che è particolarmente importante nelle aree urbane.

Poiché il riutilizzo del patrimonio ha spesso un impatto socioculturale, è più probabile che vengano messi a disposizione fondi pubblici. Allo stesso modo, con le tendenze globali verso la sostenibilità, sta diventando più facile lanciare progetti di riutilizzo adattivo. Idealmente, il riutilizzo adattivo viene utilizzato su scala più ampia, per cui un'intera area o quartiere viene rivitalizzato. Pertanto, i benefici economici a lungo termine non sono da sottovalutare.

Museo dell'Industria, Gent. Qui i visitatori possono vedere le tecniche di stampa storiche o realizzare i propri disegni. Molti dei prodotti disponibili nel negozio del museo sono realizzati internamente. Immagine: Paul Hermans tramite Wikimedia sotto CC BY-SA 3.0

Per quei progetti di pianificazione, un obiettivo chiave dovrebbe essere la diversificazione dei finanziamenti. Se tutti i finanziamenti sono legati a un'unica fonte, le parti interessate potrebbero essere preoccupate per il rischio a lungo termine. E se quel finanziamento si esaurisse? E se ci fosse un cambiamento nella politica? La condivisione dell'onere finanziario tra diversi investitori dimostrerà stabilità e ridurrà il rischio.

Infine, è importante garantire che il patrimonio industriale non sia solo un'opportunità economica. Questi luoghi possono diventare centri culturali o punti focali per la comunità locale, nonché fari positivi per un futuro sostenibile.

Scopri di più sulle sfide e le soluzioni del finanziamento del riutilizzo adattivo con questa nota politica, pubblicato da OpenHeritage.

Riutilizzo appropriato

Una grande domanda per chi ha a cuore il patrimonio industriale è se la storia e lo spirito del sito verranno preservati. Il facadismo – il processo di modifica completa di un edificio ma di abbandono della “facciata” – non dovrebbe essere incoraggiato. Il riutilizzo adattivo dovrebbe mirare a mantenere quanto più possibile l'edificio originale. Architettonicamente, l'obiettivo è fondere vecchio e nuovo.

Ci sono anche preoccupazioni per la gentrificazione. Ristrutturando edifici fatiscenti e incoraggiando la cultura, il costo della vita per i residenti locali potrebbe aumentare. In particolare nel caso del patrimonio industriale, rinnovare il patrimonio potrebbe significare che la comunità originaria viene prezzata e sostituita da nuovi residenti. I progetti di riutilizzo adattivo sono spesso legalmente obbligati a includere alloggi a basso costo nei loro piani, ma questo non è sempre sufficiente. Il riutilizzo adattivo dovrebbe essere vantaggioso per la comunità, non solo per gli investitori esterni.

Il sito è stato dichiarato monumento culturale nazionale nel 2002.
Ex sito industriale a Ostrava, Repubblica Ceca. Le fornaci saranno trasformato in museo by 2028.
Immagine: Jiří Bernard Wikimedia CC BY-SA 3.0

I musei dell'industria locale possono essere una buona opportunità per riutilizzare gli edifici storici e non devono necessariamente rimanere bloccati nel passato. Il Museo dell'Industria in di Gent, ad esempio, non è solo una collezione di oggetti, ma anche un'attiva officina. Il museo continua a utilizzare e formare persone su apparecchiature di stampa storiche in modo che le conoscenze tecniche non vadano perse. Su un altro piano si trova un laboratorio tessile che scolaresche e artisti sono invitati a utilizzare. Il museo vende ciò che produce nel negozio, il che aggiunge valore per i visitatori. Questo approccio è vantaggioso per il museo perché diversifica i finanziamenti, amplia il suo pubblico, o conserva il patrimonio.

Per il futuro?

Ogni edificio industriale è diverso. Ognuno porta una storia diversa e ricordi diversi. Richiederanno soluzioni diverse e in alcuni casi potrebbe essere meglio adottare un approccio pratico. Questo è il vantaggio del riutilizzo adattivo: è adattabile. Dimostra anche che edifici difficili possono probabilmente essere trasformati in qualcosa di nuovo e utile, purché ci sia supporto.

Dorman Long Coal Tower, prima della sua demolizione nel 2021. Era uno dei pochi edifici brutalisti rimasti degli anni '1950 in Inghilterra. Immagine: Alan Murray-Rust tramite Wikimedia sotto CC BY-SA 2.0

Potrebbe non esserci sempre una possibilità di riutilizzo adattivo. Purtroppo, nel 2021, la torre del carbone di Dorman Long nel nord dell'Inghilterra è stata demolita per aprire la strada a un nuovo sviluppo.

Man mano che più siti industriali diventano "patrimonio", più di esso è a rischio. La torre del carbone di Dorman Long nel nord dell'Inghilterra è stata demolita nel 2021 per aprire la strada a un nuovo sviluppo. Piuttosto che essere un'opportunità di riqualificazione e rinnovamento, i politici locali l'hanno inquadrata come un peso. Il riutilizzo adattivo dimostra che il nostro patrimonio industriale non deve essere distrutto: ha un posto molto importante nel nostro futuro, per molte ragioni.

Questo articolo è stato originariamente pubblicato in inglese. I testi in altre lingue sono tradotti dall'intelligenza artificiale. Per cambiare lingua: vai al menu principale in alto.

Donare