Commissione europea: "Digitalizza tutti i monumenti e i siti del patrimonio culturale a rischio entro il 2030"

Fonte: ภาพของtridsanu Thophet via Canva
Fonte: ภาพของtridsanu Thophet via Canva

La Commissione raccomanda uno spazio dati europeo comune per il patrimonio culturale. L'obiettivo è digitalizzare entro il 2030 tutti i monumenti e i siti a rischio e il 50% dei monumenti e dei siti più visitati fisicamente.

Europeana sarà alla base della costruzione dello spazio comune europeo dei dati per il patrimonio culturale. Un nuovo gruppo di esperti della Commissione monitorerà l'attuazione della raccomandazione.

Il vicepresidente esecutivo di Un'Europa pronta per l'era digitale, Margrethe Vestager, ha dichiarato: "Il tragico incendio della cattedrale di Notre Dame a Parigi ha mostrato l'importanza della conservazione digitale della cultura e i blocchi hanno evidenziato la necessità di un patrimonio culturale virtualmente accessibile. Una solida infrastruttura dati unita a una facile condivisione e condivisione dei dati sono gli ingredienti necessari di uno spazio dati europeo comune per il patrimonio culturale”.

Il Commissario per il mercato interno, Thierry Breton, ha dichiarato: “Dobbiamo alle generazioni future la conservazione del nostro patrimonio culturale europeo. Ciò richiede la costruzione e l'implementazione delle nostre capacità tecnologiche, consentendo alle persone e alle imprese di godere e sfruttare al meglio questo patrimonio. Dobbiamo sfruttare le opportunità offerte dall'intelligenza artificiale, dai dati e dalla realtà estesa. Lo spazio europeo dei dati per il patrimonio culturale promuoverà la creazione e l'innovazione all'interno del settore del patrimonio culturale, e oltre, nei settori dell'istruzione, del turismo e dei settori culturali e creativi”.

Leggi il comunicato stampa sul sito web della Commissione europea e scarica la raccomandazione per saperne di più, clicca qui.

X