Caffè, fiabe e scrittrici: tre nuovi percorsi culturali attraverso l'Europa

Interessato alla storia dei caffè? Racconti popolari locali? Scrittrici donne? Questi i temi di tre nuovi Itinerari Culturali del Consiglio d'Europa

Gran Caffè Ristorante Quadri a Venezia - Italia. Immagine: Brian e Jaclyn Drum tramite Wikimedia (CC BY 2.0)
Gran Caffè Ristorante Quadri a Venezia - Italia. Immagine: Brian e Jaclyn Drum tramite Wikimedia (CC BY 2.0)

I primi Itinerari Culturali del Consiglio d'Europa sono stati inaugurati con la Dichiarazione di Santiago de Compostela nel 1987. Con l'aggiunta di altri 3 quest'anno, ci sono ora 48 diversi percorsi che i viaggiatori possono seguire in tutta Europa.

Le 3 nuove rotte sono:

Come finita 70% degli europei cerca di viaggiare per il continente quest'anno, queste rotte attireranno senza dubbio turisti. La gamma di temi ora offerti ai viaggiatori mette in evidenza le varie storie che l'Europa ha ed è difficile non essere ispirati a visitare molti di questi siti e musei iconici. Con temi che variano dal patrimonio industriale a Mozart, ce n'è per gli interessi di tutti.

Il caffè si ferma

Il bar del Caffè Fiorio a Torino, in servizio ancora dal 1780. Immagine: Mister654321 tramite Wikimedia (CC BY-SA 4.0)

Anche se non sei un amante del caffè, i caffè storici meritano comunque una visita per i loro contributi culturali alle identità e alla cultura europee. Personaggi letterari, politici e filosofi si incontravano comunemente per un caffè nel XIX e XX secolo, rendendo i caffè luoghi di importanza culturale.

Il Caffè Fiorio di Torino, ad esempio, ospitò spesso alcuni degli statisti responsabili dell'Unità d'Italia. Quasi 100 caffè compongono il percorso in circa 15 paesi, dal Portogallo a Türkiye.

I caffè storici hanno anche contribuito a plasmare una cultura di equa socialità tra uomini e donne, individui di ogni ceto sociale e provenienza

Itinerario dei caffè storici

Anche se non sei un amante della caffeina, c'è molta storia da scoprire in questi antichi luoghi di ritrovo.

Viaggi da favola

Pinocchio di Enrico Mazzanti (1852-1910), colorato da Daniel Donna.

Le fiabe saranno familiari a molti di noi, facendoci ripensare a un'infanzia nostalgica di fantasia e immaginazione. I racconti popolari che abbiamo ascoltato potrebbero essere solo leggende locali, o potrebbero essere famosi come folletti – in ogni caso, sono spesso una parte fondamentale della nostra eredità.

Ora, i fan delle fiabe possono cercare ispirazione attraverso questo percorso e scoprire musei che promuovono il folclore locale. Il percorso è stato inizialmente proposto dalla Fondazione Nazionale Carlo Collodi (che cura il patrimonio del famoso burattino Pinocchio), ma ora abbraccia 8 paesi, da Cipro all'Irlanda.

Donne letterarie

Busto di Jelena J. Dimitrijević
Immagine: Ana Stjelja tramite Wikimedia (CC BY-SA 4.0)

Il 48° Itinerario Culturale è l'Itinerario delle scrittrici. Incoraggia i visitatori a seguire le tracce delle donne che scrivono in 6 paesi ed esplorare le loro eccezionali storie di vita e opere letterarie. La rete comprende musei, spazi commemorativi e luoghi dedicati alle donne che hanno lottato per i diritti nel XX secolo e ospiterà anche laboratori e produzioni per bambini.

La rete sottolinea le opere di donne come Anna Akhmatova, Maria Konopnicka, e molti altri. Questi scrittori e poeti hanno spesso scritto pezzi influenti nei loro paesi d'origine, ma hanno anche fatto scalpore nel resto del mondo. Jelena Dimitrijevic, ad esempio, ha viaggiato per gran parte del mondo e ha scritto il primo diario di viaggio serbo d'America.

Questo articolo è stato originariamente pubblicato in inglese. I testi in altre lingue sono tradotti dall'intelligenza artificiale. Per cambiare lingua: vai al menu principale in alto.

X