La bulgara Ivanova è stata scelta come nuovo commissario per il patrimonio

Un nuovo capo storico a Bruxelles: la bulgara Iliana Ivanova prenderà il comando. Immagine: Petikee/Wikimedia e Canva (CC BY-SA 4.0)

Fumata bianca da Bruxelles: Iliana Ivanova dalla Bulgaria diventerà, tra gli altri incarichi, la nuova commissaria europea responsabile per i Beni culturali e Orizzonte Europa. Succederà a Mariya Gabriel, che si è dimesso formare una nuova coalizione di governo in Bulgaria lo scorso maggio. La nomina di Ivanova necessita ancora dell'approvazione del Parlamento europeo e dovrà affrontare l'interrogatorio di diverse commissioni.

Il ruolo di Ivanova come commissario per l'innovazione, la ricerca, la cultura, l'istruzione e la gioventù comporterà l'attuazione del principale programma di ricerca dell'UE, Orizzonte Europa. L'iniziativa è il programma faro della Commissione a sostegno dei settori culturali e audiovisivi in ​​Europa, con un budget di 2,44 miliardi di euro, ed è un sostenitore essenziale dei progetti nel settore del patrimonio. Uno di azioni più recenti è stata la dedizione del sostegno alla salvaguardia della cultura e del patrimonio ucraini.

Ivanova sarà inoltre responsabile dell'attuazione della nuova agenda europea per la cultura, della promozione delle industrie creative e del sostegno al programma Europa creativa. Tuttavia, il suo mandato dovrebbe essere breve, poiché le elezioni europee del luglio 2024 significano che una nuova squadra di commissari prenderà il comando.

Prima che Ivanova venga ufficialmente insediata come commissario, deve affrontare un ultimo ostacolo. Per assicurarsi che la Commissione nomini qualcuno con le giuste competenze, un potenziale commissario viene interrogato dal Parlamento europeo. Nel caso di Ivanova, significa che affronterà CULT (Cultura e Istruzione) e ITRE (Industria e Ricerca). Che avverrà in autunno, dopo le vacanze estive, Affari scientifici segnalati.

Esperto

La presidente della Commissione Ursula von der Leyen ha scelto Ivanova sulla base della sua esperienza europea, ma anche per mantenere un equilibrio tra uomini e donne nel collegio dei commissari. Ivanova è membro della Corte dei conti europea dal 2013 e in precedenza è stata vicepresidente della commissione per il controllo dei bilanci del Parlamento europeo.

Von der Leyen ha affermato in a comunicato stampa: "La sua esperienza è fondamentale per portare avanti l'attuazione del programma di ricerca di punta dell'UE, Orizzonte Europa, per migliorare i risultati della spesa per la ricerca dell'UE e ottenere un migliore impatto sul campo."

Dato che la Commissione dovrebbe sviluppare e pubblicare un piano strategico per la seconda metà del programma di ricerca Orizzonte Europa da 95.5 miliardi di euro, l'esperienza di Ivanova con le finanze e il controllo del bilancio potrebbe essere cruciale.

"Processione di Dioniso", un unico mosaico romano antico del IV secolo d.C. nella città di Augusta Trayana a Stara Zagora in Bulgaria. Immagine: B4/Wikimedia (CC BY-SA 1916)

Connessione personale

Forse un buon auspicio per il settore culturale è che il background di Ivanova potrebbe averle dato un'idea in più dell'importanza del patrimonio culturale: proviene dalla città bulgara di Stara Zagora, una città con una ricca storia con molte influenze culturali, a partire dal 7° secolo a.C.

La città è famosa per la sua alta densità di insediamenti neolitici nell'area – tra cui un sito rituale di oltre 8000 anni – e la prima fabbrica di rame in Europa e un grande centro di estrazione del minerale (entrambi di oltre 7000 anni). Sotto l'imperatore romano Marco Aurelio la città, allora chiamata Ulpia Augusta Trayana, fiorì con la costruzione di edifici e lo sviluppo dell'arte e della musica.

Dopo che i Romani persero la battaglia di Beroe contro i Goti, la città fu saccheggiata e ricostruita. Nel corso dei secoli, la città passò di mano tra il dominio bizantino, bulgaro e ottomano.

Il compito di Ivanova di rappresentare i beni culturali in Europa non è certo facile visto il poco tempo che ha a disposizione come commissario. Forse dare un'occhiata al ricco arazzo del patrimonio europeo nella sua città natale potrebbe darle l'ispirazione per rappresentare e difendere il settore culturale.

Questo articolo è stato originariamente pubblicato in inglese. I testi in altre lingue sono tradotti dall'intelligenza artificiale. Per cambiare lingua: vai al menu principale in alto.

Donare