The Best in Heritage 2020 è stato un grande successo: guarda i video

Il migliore del patrimonio
Il migliore del patrimonio

L'edizione digitale Best in Heritage 2020 è stata un viaggio che è durato 3 mesi e che ci ha portato in tutto il pianeta. Le 42 interviste con i vincitori dello scorso anno hanno fornito una selezione diversificata di materiale per tutti gli interessati alle migliori pratiche e innovazioni nel vasto campo del patrimonio culturale e delle istituzioni della memoria pubblica. La serie comprendeva colloqui con importanti vincitori dell'anno scorso, provenienti da musei d'arte e per i diritti civili, programmi educativi a festival in costume, dalle biblioteche nazionali ai castelli restaurati, progetti di conservazione agli scavi archeologici, mostre interrotte a programmi educativi vitali e coprendo un vasto gamma di nuove tendenze con ricreazioni immersive di eventi e luoghi storici, visite interattive, campagne di social media di ampia portata e collezioni ad accesso aperto.

Tutti i video sono disponibili su un'unica pagina web qui: https://www.thebestinheritage.com/conference

.. con maggiori informazioni su vincitori e rappresentanti che hanno preso parte qui: https://www.thebestinheritage.com/featuring

Progetti di influenza
Il nostro ruolo è quello di capitalizzare il lavoro di molte giurie professionali dando ulteriore visibilità ai progetti premiati, scegliendo infine quelli particolarmente suscettibili di esercitare influenza e ispirazione: gli innovatori del settore del patrimonio. Il titolo "Project of Influence" parla della qualità che attira l'attenzione e colpisce, non della concorrenza in sé. L'affermazione implicita è che tali progetti hanno il potenziale per produrre cambiamenti e far avanzare le pratiche professionali grazie al potere della loro ispirazione.  

IMMAGINI 2020 e le giurie del programma principale hanno avuto un compito molto difficile. Sebbene tutti i 42 progetti partecipanti siano già vincitori, ciascuno dei quali è stato premiato lo scorso anno, solo 2 sono stati proclamati come il "Progetto di influenza" Best in Heritage dell'anno.

Il IMAGINES titolo di "Project of Influence 2020" va al State Library of New South Wales per il loro progetto “#NewSelfWales"- presentato da Paula Bray. Il secondo posto per numero di voti è preso dal Museo di Belle Arti e Archeologia di Besançon per il progetto LIVDEO - presentato da Ciprian Melian. Terzo per numero di voti è il progetto app ArchAIDE, - presentato da Gabriele Gattiglia.

Il Core Program 2020 "Project of Influence" è la Biblioteca centrale di Helsinki Oodi - presentato da Harri Annala. Il secondo per numero di voti della giuria è il progetto “Stewards of Cultural Heritage” della Archaeological Heritage Network - presentato da Moritz Kinzel e Abdulhamid Dihna. E il terzo posto per numero di voti va al Complesso Queen Louise Adit, presentato da Magdalena Szczypkowska e Michalina Bieńkowska.

Ci congratuliamo vivamente con tutti i partecipanti e in particolare con i titolari dei titoli "Project of Influence", i cui rappresentanti il ​​prossimo anno saranno i nostri relatori principali.

Citazione della giuria del programma principale
“Il progetto ha dimostrato un coinvolgimento sistematico del pubblico sin dal suo inizio. La giuria è rimasta molto colpita da questo coinvolgimento della comunità in un progetto di questa portata che continua a svolgere un ruolo di trasformazione nella comunità. Lodiamo l'impegno e la dedizione come centro di conoscenza che supera i confini e lavora con diverse risorse e pratiche di apprendimento. È allo stesso tempo radicato nel passato e al servizio del presente, impegnandosi con le più recenti conquiste della tecnologia. La giuria è rimasta colpita dall'architettura dell'edificio, in quanto concepita con ogni livello progettato per affrontare il coinvolgimento e la partecipazione e come si è integrato con la città ".

Dr Monisha Ahmed, a nome della giuria del programma principale 2020

IMMAGINI Citazione della giuria
"A parte l'alta qualità della preparazione e dell'esecuzione, la giuria è stata particolarmente entusiasta dell'apertura del team curatoriale alle conseguenze non intenzionali del coinvolgimento del pubblico nella narrazione, e in particolare nell'accogliere l'approccio dirompente che il pubblico ha adottato verso la tecnologia alla base l'esperienza del visitatore. Dare un'agenzia del pubblico nel prodotto finale curatoriale crea un tipo completamente diverso di esperienza, che le persone sono felici di condividere e apprezzare. È attraverso questo senso del gioco che l'apprendimento viene amplificato e il vasto lavoro alla base della mostra può essere reso vivido ".

Ivor Crotty, a nome della Giuria di IMAGINES 2020

“L'edizione di quest'anno ha mostrato molte tendenze. La tecnologia ha ampliato sia la gamma che la scala delle attività. Di fondamentale importanza è la necessità di servire le comunità, porre gli interessi dei visitatori al centro del nostro lavoro, consentire la pratica collaborativa e sviluppare la co-cura. I contesti e le nuove intuizioni si sono aperti ulteriormente, mentre i confini specialistici tra le diverse occupazioni della memoria pubblica sono stati ulteriormente offuscati. La missione della memoria pubblica nella società più ampia rivela le stesse esigenze. Ci stiamo avvicinando a tempi in cui il patrimonio dovrà diventare una garanzia per la sopravvivenza di identità e valori, indispensabili per conservare la nostra diversità ereditata. 

Il concetto lungimirante della conferenza è la nostra migliore garanzia, che ci porterà il prossimo anno al 20 ° anniversario della conferenza. Grazie alle nostre partnership e al nostro supporto, la conferenza presenta una piattaforma unica in cui si incontrano progetti ufficiali, privati ​​e della società civile nel settore del patrimonio. Pertanto, la conferenza offre una rara opportunità di approfondire la qualità e l'innovazione che le migliori pratiche possono offrire, stabilendo e promuovendo l'influenza dei migliori tra noi. Il nostro partner principale è il Consiglio internazionale dei musei, mentre Europa Nostra (e Europa creativa) rappresentano il continente ospitante e la società civile. Finora la conferenza si è tenuta ogni settembre a Dubrovnik e nel 2020 online. Speriamo di riportare tutti le nostre attività alla modalità di persona nel 2021 ".

Professor Tomislav Šola, Direttore, The Best in Heritage

Fonte: comunicato stampa The Best in Heritage

Leggi altre notizie da Il migliore del patrimonio.


Questo articolo è stato originariamente pubblicato in inglese. I testi in altre lingue sono tradotti dall'intelligenza artificiale. Per cambiare lingua: vai al menu principale in alto.

Donare