L'Estonia ratifica la Convenzione dell'UNESCO sulla protezione del patrimonio culturale subacqueo

Convenzione dell'UNESCO sulla protezione del patrimonio culturale subacqueo
Convenzione dell'UNESCO sulla protezione del patrimonio culturale subacqueo. Immagine: UNESCO

Il governo dell'Estonia ha ratificato il Convenzione dell'UNESCO sulla protezione del patrimonio culturale subacqueo. La convenzione UNESCO è stata adottata nel 2001 e ha lo scopo di proteggere “tutte le tracce di esistenza umana aventi carattere culturale, storico o archeologico che sono state parzialmente o totalmente sott'acqua, periodicamente o continuamente, per almeno 100 anni”.

Il ministro della Cultura, Tõnis Lukas, ha dichiarato: “L'Estonia è un paese marittimo e sia nelle nostre acque che nelle acque internazionali vicino a noi c'è molto patrimonio culturale sottomarino che necessita di protezione. L'adesione alla convenzione fornirà una base più solida per la protezione del patrimonio culturale sottomarino, migliorerà la cooperazione internazionale e accrescerà la reputazione dell'Estonia come paese marittimo ".

Il Mar Baltico è ricco di patrimonio culturale sottomarino. Si stima che 20,000 naufragi siano sparsi in tutto il mare.

Mappa della regione del Mar Baltico. Immagine: NormanEinstein Wikimedia CC BY-SA 3.0. & Esposizione nel Museo marittimo estone a Tallinn. Immagine: Shoestring Wikimedia CC BY-SA 4.0.

Per ulteriori informazioni sulla convention, guarda il video di YouTube di seguito. Oppure scarica il download della brochure sulla convention qui.

Fonte: ERR. Vedi.

Leggi altre notizie su UNESCO. Oppure fai clic su uno dei tag di seguito.

Questo articolo è stato originariamente pubblicato in inglese. I testi in altre lingue sono tradotti dall'intelligenza artificiale. Per cambiare lingua: vai al menu principale in alto.