Campo di concentramento per rom trovato nella Repubblica Ceca

L'immagine del sito a Liberec.
L'immagine del sito a Liberec. Immagine: Museo della Boemia settentrionale a Liberec, Repubblica Ceca.

Sono stati trovati i resti di un campo di concentramento per i rom della seconda guerra mondiale a Liberec. Lo studio archeologico è stato condotto sul sito dopo che l'autorità regionale di Liberec ha deciso di costruire una nuova sede regionale per i servizi di risposta alle emergenze nel sito.

Petr Brestovanský, un archeologo che lavora sul sito, ha dichiarato il 10 novembre all'Agenzia di stampa ceca (ČTK) che i pavimenti in mattoni e le fondamenta dell'edificio sono stati portati alla luce. Nel 2016, il server di notizie Romea.cz lo ha riferito quattro campi di concentramento per i rom sono stati trovati a Liberec durante la guerra.

“Per questo motivo ho discusso la costruzione del quartier generale dei soccorritori con rappresentanti delle iniziative rom. Attualmente, vite umane vengono salvate da quel luogo, il che è un tipo interessante di simbolismo. Una componente del progetto sarà anche la commemorazione della storica tragedia locale associata a quel luogo ", ha affermato il comunicato stampa emesso dal membro del Consiglio regionale di Liberec, Květa Vinklátová (Sindaci della Regione di Liberec - Starostové pro-Liberecký kraj) responsabile della cultura, della conservazione dei monumenti e del turismo. 

Era un campo di transito dove i prigionieri rom venivano inviati per la costruzione del vicino complesso residenziale di Králův Háj. Da lì le donne furono mandate a Ravensbruk e gli uomini furono mandati ad Auschwitz. Il campo ha funzionato dal 1941 al 1943 e qui furono imprigionati più di 130 rom. Sette di loro erano bambini. Vi furono inviati anche prigionieri di guerra francesi.

La riscoperta

I primi dettagli sui campi di concentramento rom a Liberec sono venuti alla luce nel 2010 la testimonianza del signor Rado Faltis, che ha dettagliato l'ubicazione dell'ex campo e ha condotto gli investigatori a una signora Růžena B., testimone oculare di quegli eventi e che ha avuto la fortuna di non solo sopravvive alla guerra, ma riunisce tutta la sua famiglia che è anche sopravvissuta. Il team archeologico ha scavato i resti di un edificio lungo 35 metri e largo quasi 10 metri.

Negli anni '1950 l'area divenne una discarica di rifiuti. I rifiuti del vicino complesso residenziale sono stati trasportati qui per anni prima che questa scoperta fosse fatta. La storia dei campi di concentramento costruiti per i rom è un argomento relativamente inesplorato nel mondo accademico. Ha suscitato interesse per la prima volta attraverso una breve menzione in un opuscolo intitolato "Liberec all'ombra del nazismo", in cui si affermava che uno di questi campi per i Rom si trovava nella parte della città dove si intersecano le strade Broumovská, Jablonecká e Kunratická.  

Continua a leggere Romea.cz

Per saperne di più su Repubblica Ceca.

Questo articolo è stato originariamente pubblicato in inglese. I testi in altre lingue sono tradotti dall'intelligenza artificiale. Per cambiare lingua: vai al menu principale in alto.

X